Infiniti QX30: è vivace, ma quello sterzo

Partendo dalla base della berlina Q30, a sua volta derivata dalle Mercedes A e GLA, la casa giapponese (marchio di lusso della Nissan) ha creato questa Infiniti QX30, che ha la trazione integrale permanente, l’assetto rialzato e i passaruota larghi. L’unico motore a gasolio disponibile è il 2143 turbodiesel da 170 CV della casa di Stoccarda, ed è abbinato a un cambio robotizzato a doppia frizione a sette marce. Il sistema di trazione a controllo elettronico ripartisce la coppia motrice in modo variabile fra le ruote anteriori e quelle posteriori. Maneggevole quanto la berlina Q30, questa crossover ha le sospensioni un po’ più solide, che garantiscono un’elevata tenuta di strada e uno scarso coricamento laterale della vettura in curva. Tuttavia, lo sterzo (tutt’altro che leggero a basse andature), perder precisione e prontezza di risposta in velocità. L’abitacolo, sobrio e ben rifinito, è comodo nella parte anteriore: chi siede dietro deve fare i conti con l’ingombro del tunnel centrale e con il divano rialzato e rigido al centro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top
Vai alla barra degli strumenti